Caricamento

News

Leggi le ultime novità e rimani aggiornato

30 novembre 2018

VIAGGIARE LEGGERI

‘Colui che vuole viaggiare felice deve viaggiare leggero.’ Antoine de Saint-Exupéry Per viaggiare leggeri non serve solo organizzare al meglio il bagaglio, lasciando ciò che è superfluo nell’armadio, ma anche mettere da parte le preoccupazioni , le ansie ed i problemi di tutti i giorni, almeno per qualche tempo. Il fatto stesso di organizzare un viaggio  porta però con sé tutta una serie di altre preoccupazioni, disbrighi e criticità: -    Pianificare il budget, -    Prendere i biglietti aerei, -    Oddio, lo avrò chiuso il gas??! -    Trovare la copertura assicurativa a costo zero -    Trovare qualcuno a cui affidare gli animali domestici -    Ultimo ma non ultimo, tranquillizzare la suocera! Qualunque sia la Vostra destinazione, per farvi partire più sereni,  noi possiamo darvi  qualche info e consiglio sulle polizze viaggio.     Cos’è la polizza viaggio L'assicurazione viaggio è un contratto che prevede l’indennizzo dei danni relativi al trascorrimento di uno o più soggiorni effettuati dall’assicurato. Sottoscrivendo questa polizza si ha quindi la certezza di poter intraprendere il proprio viaggio, per vacanza, per lavoro o per studio, in tutta tranquillità e sicurezza, sapendo di ricevere l'assistenza necessaria in caso di spiacevole imprevisto. A differenza del passato, quando molti consideravano inutile o superfluo stipulare un'assicurazione viaggio, la maggior parte dei viaggiatori ha finalmente capito l’importanza di assicurarsi prima di partire, soprattutto per non dover affrontare spese inattese anche molto elevate.     Come funziona e cosa copre Le coperture offerte sono numerose: - annullamento del viaggio che permette di evitare di pagare anche in caso di mancata partenza . Questa copertura tutela contro due rischi: il primo è l'impossibilità del tour operator di adempiere quanto previsto nel contratto (rischio dal quale si è, comunque, già tutelati dalla legge stessa), il secondo è l'impossibilità da parte del viaggiatore di prendere parte al viaggio prenotato. Il costo di annullamento varia dal 10 al 100% del costo del viaggio, a seconda delle tempistiche, delle circostanze e delle condizioni stabilite nel contratto assicurativo. Generalmente, occorre presentare documentazione a sostegno della richiesta di rimborso ed è opportuno prestare sempre attenzione alla franchigia prevista.  - smarrimento bagagli fino a massimali di € 2.500,00 - malattie o infortuni in viaggio che tutela dalle malattie o infortuni in viaggio offre la garanzia di ricevere medicinali, assistenza sanitaria, trasporti in ospedale, il rimborso dei possibili interventi chirurgici a cui ci si deve sottoporre, ma anche in questo caso possono essere previsti dei massimali e delle esclusioni in base alle condizioni dell'assicurato (età, presenza di malattie croniche accertate). Ricordiamo inoltre che in molti paesi, ad esempio negli Stati Uniti la copertura per malattia è obbligatoria. Se non doveste avere quindi una polizza sanitaria, potrete inserire la garanzia in una polizza viaggio, solamente per il periodo di soggiorno prescelto. Una bella comodità ed un bel risparmio. E molte altre garanzie da esplorare tra cui: - responsabilità civile per danni a terzi - tutela legale - rientro anticipato - assistenza stradale  - la possibilità di disporre di un interprete sul posto. Tutte queste garanzie sono acquistabili individualmente ma noi suggeriamo soluzioni composte da più garanzie in un unico contratto, a seconda della meta, della durata e del numero dei viaggiatori. Ricerchiamo per voi la Miglior copertura, per lasciarvi liberi di partire con tutta la serenità che meritate. E se non aveste ancora pensato a dove andare, ecco qualche spunto tratto dalla recente classifica della piattaforma digitale per la ricerca di voli e hotel Momondo, sulle principali mete dei suoi viaggiatori nel 2018. Clicca QUI per vedere la classifica

LEGGI TUTTO


CAMBIAMENTI CLIMATICI

Il cambiamento climatico è un fatto innegabile, complesso e rischioso che abbraccia tantissimi ambiti a livello scientifico, economico, sociale, e politico. E già qui la domanda potrebbe sorgere spontanea: ‘e a me chemmenefrega?!’ Ed è, a nostro avviso, la domanda giusta da porsi. I recenti fatti di cronaca a livello globale e nazionale e   l’attenzione mediatica sull’argomento dovrebbero essere un buon campanello di allarme per porsi la domanda di cui sopra e far scattare un intimo e personale istinto di sopravvivenza. Perché è in-dubbio   che l’individualismo/egosimo   tipico dell’uomo sia la condizione di sopravvivenza necessaria da cui partire. Dovremmo quindi in primis domandarci il famoso ‘e a me chemmenefrega?!’ E’ un problema di altri o può interessare anche me?! Se sono interessato cosa posso fare a riguardo? Ecco quindi un breve elenco   quale spunto di riflessione personale del ‘perché ce ne dovrebbe fregare’: - Perchè siamo uomini e donne che amano, e cercano di costruire e preservare, con fatica   e sacrifici la propria casa o attività, fonte di sostegno e   soddisfazioni. -  Perché siamo padri o   madri con   figli che cresciamo per dar loro il miglior futuro possibile. -  Perché siamo figli, che devono e dovranno fare i conti con gli errori e le mancanze nella tutela di questo meraviglioso, a volte terribile ma in fondo fragile, mondo. - Perché spesso salvaguardando noi stessi e ciò che abbiamo salvaguardiamo anche gli altri - Perché forse, dopotutto, non siamo così egoisti. Se vorrete potrete poi fare una seconda riflessione come individui appartenenti ad comunità, come cittadini Italiani e, ultima ma non ultima, come cittadini del mondo. Ma l’ordine logico e d’importanza la sceglierete sempre e   comunque Voi. ll nostro compito è solo quello di portarvi a riflettere sulla rilevanza e sulle eventuali conseguenze che ha un fatto nella vostra vita, darvi informazioni complete e precise a riguardo, vagliare tutte le possibilità per minimizzare i possibili rischi e infine, dove possibile, trasferirli. Per questo abbiamo predisposto un breve ma completo articolo sull’argomento che inquadra il problema a livello globale e lo contestualizza in Italia. Buona lettura. Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman",serif;}

LEGGI TUTTO

12 novembre 2018